KARATE SPORTIVO

INSEGNANTE: CESARE MORO

Oggi il karate si presenta come una pratica sportiva basata sul combattimento senza armi - Karate (空手 "mano vuota".  E' una disciplina Olimpica e uno sport riconosciuto tra i più completi, complice il fatto che lavora sia sul corpo e sia sulla mente. Infatti, dal punto di vista della formazione fisica il karate, usando i 4 arti indistintamente e un’infinita varietà di posture e schemi motori, risulta una delle pratiche sportive più complete. È inolte un eccellente esercizio per la coordinazione, sviluppa un'eccezionale prontezza di reazione e un elevato grado di attenzione.

Il Karate inoltre non è semplicemente uno sport ma è soprattutto uno stile di vita. Il karate educa l'allievo a coltivare un sentimento importante: IL RISPETTO

Si parla di rispetto per:

1. il luogo (dojo)

2. il Maestro (colui che ci guida)

3. i compagni (amici con cui condividere gioie e fatiche).
La prima forma con cui tutto ciò viene esteriorizzato è IL SALUTO. Ogni lezione inizia e termina con il saluto: un vero e proprio rituale. Ci si pone in riga, in ordine ed in silenzio. Il kimono in ordine, le mani ben distese lungo i fianchi. L'atteggiamento è serio, attento e concentrato. Al comando del capo-fila (l'allievo col grado più alto) ci si inginocchia composti. Bambini ed adulti, allievi ed insegnanti; si è tutti insieme di fronte al Maestro.

 

 

Particolarità di questo Sport che è rimasta immutata nel tempo è l'utilizzo della lingua Giapponese per chiamare le varie tecniche, i momenti, e le situazioni, oltre che i nomi dei Kata. Inoltre altra curiosità di questa disciplina sono le varie cinture che indicano i vari gradi di preparazione degli atleti! L'unica variante posta negli anni è l'introduzione delle mezze cinture (Es: giallo-arancio), con lo scopo di incentivare l'allievo e dargli una concreta percezione del miglioramento!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Tre sono le componenti dell'allenamento, oltre la ginnastica preparatoria, rigorosamente eseguita a corpo libero:

  • KIHON (fondamentali): studio della dinamica delle tecniche di base e allenamento delle stesse seguendo schemi motori sempre più complessi.

  • KATA (forma): composizione codificata ed immutabile di tecniche che prevede la massima precisione di esecuzione. Il kata è un combattimento con quattro o più avversari immaginari che va eseguito con la determinazione e il grado di realtà di un vero combattimento

  • KUMITE (combattimento): il principiante accede al combattimento, in forma fondamentale, con tecniche di attacco dichiarate che specificano anche la zona dell'impatto (testa, addome, inguine, ecc). Crescendo di grado si intraprende il combattimento semi libero dove le tecniche sono dichiarate mentre gli spostamenti sono liberi lasciando così spazio allo studio della strategia in preparazione al combattimento libero; arrivando poi al livello di cintura nera proprio perché richiede una buona conoscenza delle tecniche, una seria preparazione fisica e mentale ed un ottimo controllo dei colpi allo scopo di evitare qualsiasi tipo di incidente.

 

I vari aspetti del karate possono essere così sintetizzati:


Aspetto motorio
Gambe e braccia vengono usate per sferrare calci e colpi con un’esattezza calcolata al millimetro durante i rapidi ed energici movimenti di tutto il corpo. L’apprendimento di queste tecniche complesse richiedono e sviluppano processi di miglioramento fisico-motorio molteplici che includono e perfezionano le stesse proprietà motorie di base come la tenacia, la riflessione ed il senso dell’ equilibrio.


Aspetto sociale
Le lezioni di karate avvengono in gruppo. Questa pratica collettiva produce un senso di solidarietà ed opera, proprio per questo motivo, contro il sentimento di concorrenza che è da rilevare negli altri sport e nel karate se praticato a livello professionale e non come disciplina marziale. Sin dai primi esercizi di attacco e difesa con un partner si è addestrati ad intuire il pensiero del compagno così da migliorare le proprie azioni di difesa.

 

Aspetto etico
Proprio a causa delle varie tecniche che si insegnano nel karate, ognuno ha una grande responsabilità nei riguardi del proprio compagno e nei confronti della società. La filosofia che caratterizza il karate e le altre Arti Marziali può essere riassunta come segue: tutti coloro che sono veramente forti non hanno bisogno di dimostrarlo nelle risse o con un comportamento aggressivo sia nel “Dojo” che nella vita privata.

                                                                                       GARE INTERNE /ESTERNE - ESAMI

Il corso prevede durante la stagione la partecipazione a Manifestazioni e Gare in provincia organizzate da altre scuole, oltre naturalmente alla partecipazione al nostro Trofeo "Karate Kids" a cui partecipano altre società invitate del territorio. Le gare sono state introdotte per dare uno scopo all'allenamento e portare quindi gli allievi/e a concentrasi, migliorare e affrontare anche situazioni in cui devono dare il meglio di sè. Tutti fattori della vita reale che proviamo ad allenare attrarso lo sport e il divertimento.

A fine stagione si effettuano davanti ad una commissione di esperti gli esami per la graduazione e il relativo passaggio di cintura ai più meritevoli. L'esame rappresenta un momento molto importante per la cresciata degli alteti ed è vissuto ed nel pieno e massimo rispetto e concentrazione anche da parte dei genitori.